IAIDŌ

Lo iaido é una delle arti marziali tradizionali del Budo. Consiste nello sfoderare la spada e colpire l'avversario con un unico movimento.

 

L'applicazione dello iaido era quindi per la vita quotidiana e non per il campo di battaglia; il termine iai deriva dalla frase "Tsune ni ite, kyu ni awasu", che avverte: qualunque cosa stiamo facendo e in qualunque luogo ci troviamo, dobbiamo sempre essere preparati. 

 

Iaido significa però ancha "via" (-do) dello "stare assieme" (iai).

 

Come nelle altre arti marziali di derivazione Zen bisogna infatti cercare una "fusione" con l'avversario - in questo caso immaginario.

Si tratta quindi di studiare tecniche di spada per prevalere sull'avversario opponendosi ad un suo attacco inaspettato, sfoderando prontamente e senza dargli l'opportunità di prendere il sopravvento.

Mentre nel kendo si studiano tecniche di scherma a partire dalla posizione di guardia, nello iaido si finisce l'avversario senza dargli il tempo di organizzarsi per un combattimento.

 

Si dice che l'essenza dello iaido sia "Saya no uchi de katsu", letteralmente "vittoria nel fodero", cioè vincere senza sfoderare la spada: lo iaido, sebbene sia un'arte marziale, é una disciplina con finalità non combattive, volta più alla formazione dello spirito che all'insegnamento di tecniche letali. Attraverso la spada cerchiamo di diventare persone migliori, non brave ad uccidere.

La pratica si tiene

 

Giovedì dalle 21.00 alle 23.00

 

Luogo: Spazio Budo Rasen, Via Pianell, 21

 

Gli allenamenti sono diretti da Giuseppe Piva (Renshi 6° dan), allievo diretto del M° Norio Furuichi (Kyoshi 8° dan) e grado più alto del gruppo Shoshikai Europe.

 

La pratica inizia concentrandosi per i primi anni di pratica sui kata federali (CIK-EKF-ZNKR) e passando poi allo studio dei kata antichi della Muso shinden ryu.

 

La quota di iscrizione annuale è di 450€ (11 mesi)

Email: kendo.milano@gmail.com

Tel: 348-4123426

Pratica